Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per il corretto funzionamento dei servizi in linea. Se chiudi questo banner e prosegui con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa sulla privacy.

 

Acconsento

FAQ - Delibera assemblea relativa alla ristrutturazione dei balconi

« Torna all'elenco delle domande



L’argomento merita alcune riflessioni che spesso non vengono rispettate.

Come prima cosa, quando si parla di balconi, dobbiamo soffermarci sui balconi aggettanti cioè quei balconi che rappresentano un prolungamento dell’appartamento e sono parte integrante dello stesso e quindi privati.

In questo caso l’assemblea non può deliberare perché essendo lavori che riguardano la pavimentazione e la impermeabilizzazione degli stangoni e dei sottostanti massetti, si tratta di opere che nulla hanno a che vedere con l’estetica e l’aspetto architettonico dell’edificio.

Qualora invece i balconi aggettanti contengano elementi decorativi che si armonizzano con il prospetto del fabbricato, l’assemblea può promuoversi solo ed esclusivamente in ordine a questo argomento perché qualora invece deliberasse tutti i lavori privati e comuni, la delibera sarebbe nulla. Vedi sentenza della Cassazione n. 6652/17 del 15/03/2017.

In questi casi è bene che l’Amministratore chieda all’Assemblea di deliberare sulle parti architettoniche se vi sono, e chieda ai singoli condòmini una firma di accettazione circa i lavori privati.

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti