Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per il corretto funzionamento dei servizi in linea. Se chiudi questo banner e prosegui con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa sulla privacy.

 

Acconsento

FAQ - L assicurazione del condominio puo comprendere la tutela legale

« Torna all'elenco delle domande


Inserisci il testo della domanda


La tutela legale può costituire sia un contratto a sé, in tutto e per tutto autonomo, oppure può essere prevista in un più ampio contratto assicurativo dell'edificio . Si tratta di un contratto o clausola con cui le parti stabiliscono che le spese legali da affrontare per eventuali contenziosi civili, penali e amministrativi e, a volte, anche quelle relative alle attività stragiudiziali siano coperte dall'assicurazione. A volte si prevede che l'avvocato sia designato dalla Compagnia di assicurazione, altre volte si attribuisce questa facoltà al condominio stesso.
 
Contenuti del contratto
Il contratto può stabilire che tutti gli eventuali giudizi che possano interessare l'edificio godano di questa copertura, ovvero restringere il campo a determinate fattispecie. Nel caso in cui ci si trovasse davanti a questa seconda tipologia di proposta è opportuno accertarsi che tra le tipologie contemplate siano previste quelle che si manifestano di più, come casi ricorrenti. 

I casi più frequenti
Si pensi ad esempio al caso di recupero dei crediti condominiali nei confronti dei condomini morosi, le fattispecie di violazione del regolamento dell'edificio, tutto ciò che può concernere il passaggio di amministratore, i rapporti coni terzi fornitori e così via. 

Il costo
In merito al costo dell'assicurazione, è fuori di dubbio che si applichi l'articolo 1123 primo comma Codice civile: poiché è un servizio a favore della collettività dei condomini, la relativa spesa va distribuita in capo a tutti i condomini in ragione del valore proporzionale delle rispettive unità immobiliari. 

Necessaria una delibera assembleare
La sottoscrizione del contratto di assicurazione, anche nel caso in cui disponga a riguardo della tutela legale, non può essere autonomamente sottoscritto dal mandatario dello stabile. Occorre, come presupposto di validità, che vi sia una previa delibera di contenuto positivo da parte dell'assemblea condominiale. Salvo casi particolari, questa attività deve configurarsi come rientrante nell'ordinaria amministrazione dello stabile. 

Il quorum
Ne consegue che per il quorum della decisione in prima convocazione si rende necessario raggiungere il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti all'assemblea che rappresentino almeno 500 millesimi di proprietà; in seconda convocazione, è sufficiente il voto favorevole di un terzo degli intervenuti alla riunione che rappresentino almeno un terzo dei millesimi di proprietà.
Come per la stipulazione, anche per la revoca o il recesso, occorre che la decisione sia presa dall'assemblea: in questa specifica attività, il mandatario dello stabile è un mero esecutore del volere della collettività condominiale.

 

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti