Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per il corretto funzionamento dei servizi in linea. Se chiudi questo banner e prosegui con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa sulla privacy.

 

Acconsento

FAQ - il rischio gas nel condominio

« Torna all'elenco delle domande


Inserisci il testo della domanda


La rilevazione dei depositi di bombole di gas combustibile all'interno del condominio fondamentale per prevenire le esplosioni all'interno degli edifici ed evitare tragici incidenti, laddove si rifletta sullo spaventoso grado di esplosività del metano, se innescato con l'ossigeno all'intero degli edifici. Net caso i cui l'installatore realizzi un apparecchio alimentato a gas per uso, domestico o ne compia la manutenzione senza ottemperare alle regole UNI — CIG per la buona tecnica e la salvaguardia della sicurezza delle persone e lo metta ugualmente in servizio, incorre nella sanzione penale prevista dall'art.5 della Legge 6/12/1971 n. 1083. L'art. 1 sancisce il principio per tutti i materiali, gli apparecchi, le installazioni e gli impianti con gas combustibile ed uso similare devono essere realizzati second() le regole specifiche della buona tecnica per la salvaguardia della sicurezza. Gli articoli 2, 3, 5 della legge sanzionano penalmente i realizzatori, gli installatori, gli utenti di apparecchi o di installazioni di impianti a gas combustibile che non siano realizzate attenendosi ai canoni di sicurezza dettati dall'art.1; che siano alimentati da gas combustibile per uso domestico e similare che non sia dotato, fin dalla distribuzione in condotte o in bombole , di un odore caratteristico sufficiente a riconoscere le eventuali perdite prima che si creino condizioni di pericolo; che non siano realizzati con le regale indicate dall'art.3 consistenti nelle norme specifiche per la sicurezza pubblicate dall'Ente Nazionale di Unificazione (UNI) in tabelle con la denominazione convenzionale UNI — Il Tribunale di Milano (sentenza n. 319/2019) ha riconosciuto la penale responsabilità, per la violazione dei sopra citati articoli, del titolare di un esercizio di ristorazione, inserito in un condominio, che nei suoi locali deteneva due bombole di gas vuote ed una collegata ad una cucina con un tubo di m 4,50, tutte della capacita di 30 Kg. Il deposito contravveniva alle norme 1, 3, 5 della Legge n. 1083/1971 e alla nonna UNI 7131/14, resa cogente dalla predetta Legge con il D.M. 30/09/2015. Tale norma di sicurezza riguarda l'installazione e la manutenzione di impianti GPL per uso domestico e non alimentati dalla rete di distribuzione. Il giudice osservava che le predette norme vietano che le bombole, anche se vuote possano essere tenute in deposito presso l'utilizzatore e siano installate in un numero superiore a due. Inoltre la capacita massima di ciascuna bombola non può essere superiore a Kg 30 e deve essere commisurata alla volumetria del locale in cui e installata ed e vietato installare un tubo di gomma, superiore a m 1,50 per collegarla all' impianto .

 

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti