Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per il corretto funzionamento dei servizi in linea. Se chiudi questo banner e prosegui con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa sulla privacy.

 

Acconsento

FAQ - Tribunale civile di Milano sez. XIII, 9 giugno 2015 n. 7103

« Torna all'elenco delle domande


Inserisci il testo della domanda


Tribunale Civile di Milano Sez. XIII, 9 giugno 2015, n.7103

 

Contributi e spese condominiali Ripartizione - Criteri - Spese relative all'invio di, corrisponden­za a singoli condomini - Imputazione ad personam - Esclusione - Ripartizione pro quota millesimale - Delibera di approvazione del bilàncio consuntivo che faccia applicazione di un criterio divèrso - Nul­lità Fattìspecie.

 

Le spese postali sopportate dal condominio, anche se relative all'invio di corrispondenza a singoli condomini, attenendo alle spese di amministrazione, vanno riparti­te tra tutti i condomini, in base alle tabelle millesimali e non, invece, imputate "ad personam". Conseguente­mente, va dichiarata la nullità della delibera assemble­are di approvazione del bilancio consuntivo, nella parte in cui non ripartisca pro quota millesimale le spese di corrispondenza per invii postali (Fattispecie decisa senza che poter tener conto del regolamento condo­miniale, prodotto in giudizio solo in sede di comparsa conclusionale). (c.c.., art. 1137,· c.c., art. 1421)

 

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

 

 

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti