Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per il corretto funzionamento dei servizi in linea. Se chiudi questo banner e prosegui con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa sulla privacy.

 

Acconsento

Amministratore di Condominio Bologna - Monti | L'esperto risponde

Lo Studio Amministrativo Monti, esperto in disciplina condominiale, risponde alle vostre domande. Il servizio è gratuito. Prima di sottoporre un quesito, consultare l'archivio delle DOMANDE FREQUENTI o eseguire una ricerca fra le domande già poste in questa pagina, attraverso la funzione ricerca (in alto a destra). Per porre una nuova domanda è necessario disporre di un Codice Utente Personale.

link per registrazione al servizio  Clicca qui per registrati e ricevere gratuitamente il tuo Codice Utente Personale.

link per login al servizio  Se già possiedi un Codice Utente Personale, clicca qui per porre la domanda.

Domande e Risposte dell'Esperto di Amministrazione

2020-03-21 | Pulizia scale

Abito in una palazzina di 5 appartamenti.

Il mio appartamento e sito al pian terreno con entrata indipendente dal resto del condomino. Accedo allo stesso solo per l'eventuale e lontana necessita  di accedere hai contatori dell'acqua, situati nell'atrio.

La palazzina non ha ascensore e non ha lucernai per accedere al tetto. Se e quando ne avra bisogno devo a mie spese utilizzare un cestello elevatore parcheggiandolo sempre nel mio cortile privato.

Devo comunque partecipare alle pulizie delle scale?

So che i condomini non potrebbero farsene carico personalmente ma gli altri inquilini lo fanno comunque. Posso rifiutarmi di pulire le scale?

RISPOSTA

sicuramente, non essendo personale autorizzato, ella può rifiutarsi di pulire le scale

saluti 

Studio Monti

2020-03-01 | Installazione nuovo ascensore

Buongiorno,

nel condominio in cui abito stiamo decidendo sull' installazione di un ascensore.
Mi e sembrato di capire che la divisione delle spese di installazione va suddivisa sulla base dei millesimi di proprieta dei soli condomini favorevoli all' installazione.
Un condomino possiede due appartamenti, in uno ci abita e l' altro e' in affitto, vorrebbe partecipare alle spese di istallazione solo con uno dei due appartamenti, lo puo' fare o deve partecipare alle spese con entrambi?
Grazie

RISPOSTA

Buongiorno,

il condomino che possiede due appartamenti piò partecipare alle spese anche solo con un apparamento 

coordiali saluti 

Studio Monti 

2020-02-28 | VERBALE

Salve

nella riunione del mio condominio era previsto all' ordine del giorno : dimissioni e revoca amministratore
Arrivato a tal punto l'amministratore ha dato le dimissioni irrevocabili dopo che un condomino si e alzato consegnandoli una busta con un nominativo di un nuovo amministratore .

Chiedo se e nulla tale assemblea non essendo all'ordine del giorno la nomina del nuovo amministratore.


in attesa di un vostro responso porgo distinti saluti.

RISPOSTA

L assemblea è valida se erano presenti tutti i condomini, altrimenti è annullabile entro 30 giorni dalla data dell'assemblea

saluti 

Studio Monti

2020-02-17 | Collegamento antenna tv

Buongiorno. Scrivo perché nel mio appartamento non avevo, fino a poco tempo fa, la possibilità di vedere la tv. Chiamando un antennista esterno al condominio mi ha fatto notare che il collegamento all'antenna co dominiale c'era ma era ostruita dal condomino sopra di me perché aveva fatto i lavori di ritrutturazione murando quindo il collegamento. Di conseguenza mi rivolgo all'amministratore facendogli presente la situazione il quale manda a sua volta l'antennista del condominio che (rivolgendosi all'appartamento soprastante il mio) fa un'ispezione e riscontra infatti che il collegamento è stato murato dal vicino di casa. Di conseguenza faccio fare il collegamento diretto dal mio appartamenti fino all'antenna centrale perché altrimenti il vicino di casa di sopra avrebbe dovuto rompere di nuovo in casa propria. Solo che a causa di questa operazione il condominio ha addebitato tutto il costo, circa 231 euro, di collegamento a me e non al vicino che ha causato il disagio. Ora per quanto sia il costo non mi sembra giusto che venga addebitato a me dato che non ho creato io il problema. Posso rivalermi su questo per non pagare? Chi deve pagare tale spesa?

RISPOSTA

Bisogna che Ella si rivolga all' Amministratore il quale avrà il compito di rettificare l' addebito e metterla a carico di chi ha causato il danno.

Distinti saluti

Monti Fausto

2020-02-09 | Adeguamento valvole contacalorie

Buonasera,

l'adeguamento del sistema alle valvole contacalorie del condominio previsto per legge e da considerarsi una spesa ordinaria o straordinaria?

Grazie

RISPOSTA

trattasi di una spesa straordinaria

Studio Monti 

2020-02-06 | Disotturazione colonna secchiaio: condominiale o privata?

Facendo seguito alla vs risposta e chiaro che se l'otturazione e avvenuta nella colonna verticale l'intervento e di tipo condominiale, ma se tale colonna verticale serve un solo appartamento e non anche altri appartamenti, si puo ritenere che sia privata ancorche verticale?

RISPOSTA

la legge si limita a dire che tutte le colonne di scarico dei bagni o acque chiare sotto traccia sono comune a tutti i condomini 

se fosse diversamente ella non sarebbe tenuto a pagare evenutali altre rotture di altre colonne 

distinti saluti

Studio Monti 

2020-02-05 | Disotturazione colonna secchiaio: condominiale o privata?

E' stato eseguito un intervento di disotturazione colonna secchiaio presso la mia abitazione privata che e collegata alla colonna secchiaio condominiale. La disotturazione e avvenuta oltre i 10 m e presumibilmente fuori dalla mia proprieta privata, nonostante questo l'amministratore ha imputato la spese come privata e non condominiale. E' corretto?

Il blocco si e verificato su un tratto di collegamento tra l'abitazione privata e la condotta condominiale, ma non sappiamo se a questo tratto di collegamento e collegata solo la mia abitazione oppure anche altre abitazioni, ovvero non siamo certi che questo tratto di collegamento sia ad uso esclusivo di una sola proprieta . cio che e certo e che il blocco non e avvenuto all'interno dell'abitazione privata ma probabilmente all'interno di una seconda abitazione dove potrebbe essere presente un sifone di collegamento.

RISPOSTA

Qualora l'occlusione sia avvenuta in una colonna di scarico verticale la spesa è a carico di tutto il condominio essendo della colonna condominiale 

cordiali saluti 

Studio Monti 

2020-02-03 | Muro confine a dislivello

Sono proprietaria di un lotto di terreno confine con un sltro terreno posto a dislivello, circa 1,5 m sopra il mio.
Il vecchio proprietario costruì all epoca a sue spese il muro di confine- contenimento nella sua proprietà. Questo muro di contenimento quindi è costruito sul mio fondo. Essendosi deteriorato e volendo io eliminarlo per ottenere più spazio per la mia proprietà , in un punto in cui ho difficoltà a transitare con l auto in quanto stretto. Posso obbligare il vicino a costruire un proprio muro di contenimento ( visto che il fondo superiore è il suo )e successivamente eliminare o restringere il mio ?
Grazie, spero risponderete

RISPOSTA

Non credo che Ella possa modificare un confine.

Distinti saluti

Monti rag Fausto

2020-01-31 | Quota ascensore condominiale

Buongiorno,

nel condominio dove abito si sta decidendo di installare un ascensore. Meno della meta  dei condomini sono interessati, per cui le quote a carico di chi e interessato sono piuttosto onerose. La mia in particolar modo, visto che ho parecchi millesimi. Una volta realizzato l'ascensore sarebbe ovviamente solo a disposizione di chi ha affrontato le spese, a meno che successivamente altri decidano di partecipare.
A tal riguardo ho due interrogativi:
E' un diritto dei condomini che non hanno partecipato inizialmente alla spesa di poter rilevare la quota spettante?
Esiste un prezzo al quale tale quota debba essere venduta o puo essere fissata liberamente?
Nel caso non sia possibile fissarlo liberamente, quali sono le regole per farlo? In termini di tasso di rivalutazione o altro

Cordiali saluti

RISPOSTA

la messa in opera di un ascensore viene considerato come una innovazione ma ad utilizzo separato.

Pertanto i condomini che non partecipano alla spesa hanno il diritto di subentro in futuro pagando la loro quota prescritta dall'interlocutore piu ogni spesa eventuale sostenuta nel corso degli anni 

esiste una tabella apposita che calcola la rivalutazione

Studio Monti 

 

2020-01-25 | allaccio cologna fognaria condominiale

Buonasera ,

possiedo un appartamento in Bovi Campeggi al primo piano e poi una pertinenza al 3 Piano sottotetto. Esiste un Cavedio dove ci passano colonna fogna , fili antenne altri cavi . Insomma ogni condomino ne ha usufruito. In assemblea ho chiesto se potevo collegarmi alla colonna fognaria per metterci un lavandino/piccolo water per non andare ogni volta di sotto al primo piano. Ho portato anche una piccola relazione del mio Ing e loro dicono che non e' esaustivo ma devo portargli tutti i disegni di come verrebbero fatti i lavori. Secondo loro io non posso collegarmi e non mi danno autorizzazione perche' la colonna fognaria potrebbe non supportare un altra utenza.

Sono stato molto educato a chiedere autorizzazione ma ho ricevuto il rifiuto , vogliono che faccia prima una videoispezione con Venturi Spurghi per vedere se la colonna tiene . A mio avviso per impedirmi di allacciarmi. Come devo comportarmi per legge posso collegarmi? L'amministratore non ha mosso labbra anzi mi ha consigliato di fare questa video ispezione e poi vedere in seguito. Non mi sembra giusto leggendo qua e la l'art 1102.

grazie per la gentile risposta .

Antonio

RISPOSTA

lei ha tutti i diritti

trova ogni documentazione sul nostro sito al capitolo Fognature - colonne di scarico verticali

saluti 

Studio Monti 

2020-01-21 | Amministrazione condominiale - societĂ  - fusione incorpiraziobe

Il condominio Zeta e amministrato dalla societa ALFA SNC.

In corso di mandato, la societa BETA SAS comunica ai condomini l'avvenuta cessione a suo favore delle quote della societa ALFA SNC e, pertanto, di essere il nuovo amministratore del condominio Zeta, anche in considerazione della futura fusione per incorporazione.

Stante la legittimita della nomina di societa quale amministratore, e lecito il comportamento di ALFA SNC in considerazione della prorogatio imperii?

A quale titolo la societa BETA SAS convoca l'assemblea?

saluti

RISPOSTA

Buongiorno

occorre che ALFA SNC convochi un assemblea , nella quale viene discussa la nomina del nuovo amministratore

BETA SAS non essendo nominato dall'assemblea non può convocare nessuna assemblea 

saluti 

Studio Monti

2020-01-19 | Pare sia abusiva la copertura del lastrico solare per espandere l’abitazione al piano

Buongiorno,
E' stata realizzata con struttura in materiale di plastico (tetto), alluminio e vetro la verandať che in effetti costituisce l'ampliamento del salone di una minuscola abitazione preesistente.
Il dubbio: una costruzione abusiva rende abusivo tutto il condominio?
Se la risposta fosse affermativa, quale azione legale potrebbe essere avviata dal condominio oppure dal singolo condomino?
Grazie in anticipo per la risposta.
Cordialmente
Maria

RISPOSTA

Buogiorno, 

della costruzione abusiva ne risponde il condomino responsabile 

saluti 

Studio Monti

2020-01-15 | Accesso negato tetto

Salve

sono proprietaria di un appartamento di un immobile sito in centro storico in provincia di Roma, composto da sole due unia abitative. Il mio appartamento al primo piano mentre al secondo si trova quello dell'altro proprietario con unico accesso al tetto. Mi sono trasferita in estate ed ora con il sopraggiumgere dell'inverno ho acceso il camino. La proprietaria del piano sovrastante ha riscontrato odore di fumo in casa motivo per il quale ho predisposto i lavori di intubamento della canna(aime' costruita secondo l'edilizia di un tempo) con posizionamento di palla eolica aspirante al fine di risolvere nell'immediato il problema sgradevole arrecato. In seguito ho scoperto che anni indietro il proprietario dell'immobile sovrastante, aveva forato la mia canna fumaria, servente solo ed esclusivamente il mio camino, che passa all'interno della sua abitazione per installare una stufa senza permesso creando un danno non indifferente e comunque compiendo un abuso. Ho tralasciato la questione andando avanti per la mia strada sulla messa a norma della mia canna nonostante l'odore che lei senta nella sua abitazione, io non sappia se imputabile al danno da lei creato e risolto con un semplice tappo in plastica e non con idonei materiali refrattari.

Ordinati i pezzi da un rivenditore specializzato in camini e fissato l'appuntamento con l'operaio incaricato della manutenzione, chiedo cortesemente il passaggio sul tetto che e anche di mia proprieta, passando all'interno del suo appartamento. Me lo vieta dicendo che non vuole che si salga sul tetto perche '' pericoloso'' ha paura che l' operaio scivoli o si faccia male o non so cos'altro, dichiarando che la responsabilita addirittura penale, sarebbe la sua che ci da l'accesso, cosa come nella stessa sede di discussione mi nega anche la manutenzione e riposizionamento della mia antenna privata. Mi impone di mettere ponteggi o di affittare una base elevatrice per svolgere le mie manutenzioni. Rimango basita da cio, non solo perche ho cercato immediatamente la risoluzione del problema arrecatole, ma l'istallazione di ponteggi o di una base elvatrice non solo sarebbe assai costosa per me, anche in relazione al lavoro da realizzare quantificato in un paio di ore, ma sarebbe ancor di piu impossibile dato che l'immobile si trova in un centro storico adiacente una piazza principale del borgo con vincoli Belle Arti.

A questo punto mi chiedo come poter risolvere la problematica.

Vi ringrazio distinti saluti

Alessandra C.

RISPOSTA

Buongiorno

è molto difficile darle una risoluzione a questo problema, diverse però sono le cose da valutare

bisogna chiarire in modo adeguato se il tetto è comune, in tal caso la signora non può negarle l'accesso 

inoltre, quanto pare non è presente una linea vita, si potrebbe considerare l'installazione della stessa a carico di entrambi così che è possibile accedere in sicurezza alla copertura e fare le dovute lavorazioni 

saluti 

Studio Monti

2020-01-08 | ripartizione spese convocazione assemblea condominiale

Salve,

forse la domanda puo sembrarvi banale, ma non ho ancora chiaro se le spese per le raccomandate relative alla convocazione dell'assemblea condominiale siano da ritenersi "spese ad personali" e quindi addebitate ai singoli condomini oppure divise in base ai millesimi.
Sono comproprietaria, in comunione indivisa, dell'appartamento e per ogni assemblea mi vengono addebitate 3 raccomandate, nel caso dell'ultima assemblea, visto che un condomino ha voluto far aggiungere un punto all'ordine del giorno, ne ho avute addebitate 6.
Posso chiedere, dietro domanda scritta firmata dagli altri comproprietari, di ricevere un solo avviso valido per tutti i comproprietari?
Vi ringrazio per la vostra attenzione.

RISPOSTA

Le spese postali(ordinarie/raccomandate) sono da addebitare a tutti i condomini e da suddividere in base ai rispettivi millesimi.

non mi sembra molto corretto che venga cambiato l'ordine del giorno di una convocazione assembleare solo su richiesta di un condomini.

però in fase di assemblea può portare l'argomento dell'invio delle comunicazioni all'attenzione dell'assemblea e potrete insieme deliberare in merito 

cordiali saluti 

Studio Monti 

2019-12-15 | Spese pervenute dopo l'acquisto

Buongiorno,
nel maggio 2014 acquisto un appartamento. Nel gennaio 2014 il condominio prende atto che un condomino ha subito dei danni al suo appartamento per infiltrazioni di acqua piovana pero non si trova un accordo sull'ammontare delle spese tanto da adire per vie legali, fino a chiudere la vicende lo scorso mese con l'abbandono da parte del condominio della causa e il riconoscimento del danno al condomino danneggiato.

Io ho pagato la mia quota di quasi 3.000 euro pero mi chiedo se posso rivalermi sul venditore visto che il danno e antecedente al mio acquisto. Preciso che nel contratto di vendita vi e il seguente paragrafo:

La parte alienante, in proprio e come rappresentata, presta inoltre, come legge, garanzia totale e parziale per evizione e dichiara: fermo restando nei confronti di terzi la responsabilita solidale di cui al combinato disposto degli articoli 1104 comma 3 del codice civile e 63 comma 4 delle disposizioni di attuazione al codice civile, di essere al corrente con il pagamento di qualsiasi onere condominiale ordinario e/o straordinario.

Nel ringraziarvi anticipatamente, cordialmente saluto.
 

RISPOSTA

Sinceramente si lei a tutti i diritti di rivalersi nei confronti del venditore 

cordiali saluti 

Studio Monti 

Altre pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

STUDIO MONTI Centro Gestione Stabili offre supporto per: