Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 

Ok, ho letto

FAQ - Posa di ponteggio in giardino privato

« Torna all'elenco delle domande


Può un singolo condomino opporsi all'uso del proprio giardino privato per la posa del ponteggio ad uso condominiale?


Si ritiene che il singolo condomino debba consentire l'uso del suo cortile per lavori condominiali ai sensi dell'art. 843 del Codice Civile.  Questa norma consente l'accesso al fondo del vicino se vi è la necessità di costruire o riparare un muro o altra opera propria oppure comune.  La norma riconosce, nel caso vi sia un danno, un'adeguata indennità.   In caso di reiterato diniego da parte del condomino proprietario del cortile, può essere presentato ricorso all'autorità giudiziaria per ottenere l'accesso.

 

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti