Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 

Ok, ho letto

FAQ - Dissenso dei condomini nelle liti

« Torna all'elenco delle domande


Può dissociarsi la minoranza dissenziente, o anche un solitario condomino che non sia disposto a subire le conseguenze di una lite?


Sì dispone la legge. L' inderogabilità dell' art. 1137 prevede di poter separare la propria responsabilità in ordine alle conseguenze delle liti. E questa facoltà la legge la consente  con una procedura semplice: la notifica del proprio dissenso all' Amministratore, escludendo quella con atto giudiziario, fermo restante il termine dei 30 giorni a decorrere dal giorno della delibera stessa se il condomino dissenziente alla lite era presente alla riunione, o dal giorno in cui ne ha ricevuto il verbale di assemblea, se era assente.

La Cassazione si è espressa in merito con le sentenze sottoevidenziate:

- 08.06.1996 N. 5334 II sezione

- 05.12.2001 n. 15360

- 15.05.2006 n. 11126 II sezione

 

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

 

 

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti