Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 

Ok, ho letto

FAQ - Pulizia delle scale

« Torna all'elenco delle domande


Come si ripartiscono le spese per la pulizia delle scale?


In tema di ripartizione di oneri condominia­li, le spese per la illuminazione e la pulizia delle scale non configurano spese per la conservazione delle parti comuni, che ten­dono cioè a preservare l'integrità e a mante­nere il valore capitale delle cose (artt. 1123, conuna 1, e 1124, comma 1, cod. civ.), bensì spese utili a permettere ai condomini un più confortevole uso o godimento delle cose comuni e di quelle proprie; con la conse­guenza che ad esse i condomini sono tenuti a contribuire, non in base ai valori millesimali di comproprietà, ma in base all'uso che ciascuno di essi può fare delle parti comuni (scale) in questione, secondo il criterio fis­sato dall'art. 1123, comma 2, cod. civ. (Cass., n. 8657 del 3 ottobre 1996).

È illegittima la delibera di un'assemblea condominiale che decida a maggioranza di applicare una quota suppletiva del 60% relativamente alla voce "pulizia scale" nei confronti di un condomino proprietario di un ufficio professionale privato (Trib. Ge­nova, 8 maggio 1992).

 

Ulteriori informazioni potrete richiederle tramite il modulo on-line, o presso lo Studio Amministrativo Monti, tramite appuntemento.

 

 

Ditte e Professionisti consigliati dallo Studio Amministrativo Monti